Menu
A+ A A-

LA FONDAZIONE CNI CREERA’ E GESTIRA’ I PORTALI DEGLI ORDINI TERRITORIALI DEGLI INGEGNERI

Il Consiglio Nazionale Ingegneri annuncia la realizzazione della piattaforma web dedicata alla costruzione e alla gestione dei singoli portali degli Ordini Provinciali degli ingegneri italiani. La piattaforma nasce da una collaborazione con gli Ordini di Como, Lecco e Rimini che hanno effettuato una preliminare sperimentazione, durante la quale sono state individuate le esigenze ed i processi da implementare, nell’ottica di un’armonizzazione dei servizi, a livello nazionale, per gli Iscritti e di un allargamento degli stessi agli altri attori dell’universo dell’Ingegneria italiana.

Questo processo è terminato con la progettazione e la realizzazione di un portale che, pur rispettando le peculiarità dei singoli territori, definisce l’appartenenza ad organizzazione professionale, uniformando la struttura dei portali nei contenuti, nella navigazione e nell'interfaccia utente. Seguendo i principi imposti dall'AGID per la digitalizzazione della pubblica amministrazione, è stata implementata un’interfaccia semplice e chiara, riconoscibile per tutti gli Ordini territoriali, in modo che qualunque Iscritto possa accedere alle informazioni presenti nei diversi portali degli Ordini medianti percorsi uniformi.

I servizi offerti dal CNI, attraverso il supporto operativo della propria Fondazione, sono naturalmente integrati nei portali e costantemente aggiornati, liberando le Segreterie dall’onere di dover aggiornare le pagine web ad essi dedicati. Oltre a tutte le varie sezioni di competenza dell’Ordine, all’interno dei siti saranno disponibili: Accesso all'Albo unico; Area riservata; WorkING (verranno visualizzate in automatico tutte le offerte di lavoro presenti nel territorio); MYING; CERTing; TALKing; Carta dei servizi; Newsletter; Spazi per eventuali inserzioni commerciali.

È allo studio, inoltre, la fattibilità di inserire all’interno del pacchetto web anche la possibilità di organizzare riunioni o eventi in videoconferenza, nonché altri servizi. La Fondazione CNI si occuperà di gestire il passaggio di conversione dal vecchio portale a quello nuovo.